I docenti delle OFFICINE TEATRALI hanno lunga esperienza e portatori sani di una visione dell’insegnamento non come mero “ripiego” ma come compito. 
Compito da onorare e mettere in pratica con costante spirito critico, che permette di imparare insegnando.

Esperienza

L’esperienza dei DOCENTI delle Officine Teatrali ha portato a una pedagogia teatrale condivisa in modo da essersi diversificata per venire incontro alle esigenze del socio sia egli bambino, fanciullo o adulto. In aggiunta a ciò i docenti delle Officine Teatrali hanno sempre presente una consapevolezza: chi cerca di formarsi sul piano teatrale può farlo per diversi motivi. Che sia la crescita personale o l’aggiornamento di competenze, l’affinare competenze comunicative o la preparazione professionale, questo non cambia le cose.

Se insegnassimo a cucinare, sarebbe logico che tutti imparassero a preparare ad arte ogni piatto di cui siamo capaci.
Beh, noi facciamo teatro e chiunque andrà sul palco sarà preparato a farlo!

Giulia Viola Pacilli

Nasce a Varese nel 1996.
Diplomata presso il Liceo Classico Clemente Rebora e attualmente iscritta alla facoltà di Lettere Moderne presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, incontra il teatro a undici anni con il Teatro dell’Armadillo, dove studierà per cinque anni. Successivamente prosegue la sua formazione presso Grock Scuola di Teatro, che conclude al termine del Triennio di Formazione per attori professionisti.
Contemporaneamente frequenta corsi e seminari di recitazione, scrittura, scrittura scenica, regia, dizione, teatro danza, formazione per formatori, canto.

I suoi maestri: Jacopo Veronese, Marco Borghetti, Gianni Coluzzi, Daniela Quarta, Pietro de Pascalis, Maurizio Salvalaglio, Susanna Baccari, Fernanda Calati, Gaddo Bagnoli, Danio Manfredini, Vincenzo del Prete, Luciano Colavero, Alice Bescapé, Daniele Milani, Serena Sinigaglia, Alessio Bergamo.

Come attrice recita in: Deus ex Machina (sceneggiatura e regia di Jacopo Veronese); Masquerade (sceneggiatura e regia di Jacopo Veronese), Bacchae (tratto da Baccanti di Euripide, regia di Jacopo Veronese), Serenamente Imbecilli (tratto da Omero, di Marco Borghetti), Tornerà la Primavera (sceneggiatura e regia di Jacopo Veronese, in collaborazione con la sezione del A.N.P.I. “A. Gornati” di Rho –MI), Volevo Dire di Rho (lettura interpretata con accompagnamento bandistico, a cura di Jacopo Veronese), Climax (di Marco Borghetti), Don Giovanni – L’ultimo desiderio (soggetto e regia di Massimiliano Mancia), Cappuccetto Nero (soggetto e regia di Gianni Coluzzi), Essere Bernardo (soggetto e regia di Daniela Quarta), Io ti volevo amare (soggetto e regia di Daniela Quarta), La piccola città (soggetto di Thornton Wilder, regia di Maurizio Salvalaglio), Ombre (soggetto degli allievi Terzo anno Grock scuola di teatro, regia Gaddo Bagnoli), La guerra di Troia non si farà (soggetto di Jierodaux, regia di Fernanda Calati), Voi quella notte, voi c’eravate (soggetto e regia di Agnese Gallo e Giulia Pacilli).

Visceralmente convinta dell’importanza didattica dell’esperienza teatrale, nel suo metodo pone particolare attenzione all’apertura, all’ascolto, al non giudizio, così da creare un ambiente di ricerca e scoperta che sia il più libero possibile e dove poter sperimentare con stupore quella Bellezza che se, pur fragile, è senza dubbio contagiosa.

Giulia Pacilli Officine Teatrali
Giulia Pacilli Officine Teatrali
Giulia Pacilli Officine Teatrali Scuola dei Mestieri dello Spettacolo
Samuel Maverick Zucchiati Officine Teatrali Scuola dei Mestieri dello Spettacolo
Samuel Maverick Zucchiati Officine Teatrali Scuola dei Mestieri dello Spettacolo
Samuel Maverick Zucchiati Officine Teatrali Scuola dei Mestieri dello Spettacolo

Samuel Maverick Zucchiati

Nasce nel 1990 nella famiglia di giostrai Zucchiati.
Laureato in sociologia, con una specializzazione in Scienze e Gestione dei Servizi Privati e della Pubblica Amministrazione, in Teoria Critica e in scrittura e rendicontazione di progetti di finanziamento. Tuttora studente.
Incontra il teatro a 15 anni.
Si interessa a molti linguaggi e discipline e trova l’equilibrio professionale unendo teatro, formazione, progettazione finanziata e management socio-culturale. 

I suoi Maestri: Claudio Madia (scuola del Piccolo Circo), Philip Radice (Scuola Teatro Fisico di Torino), Rita Pelusio, Alessandra Faiella, Andrea Ruperti, Gary Friedman, Carlo Boso, Alessandra de Santis e Attilio Cristiani (Teatro delle Moire), Claudia Arlecchino Contin, Ferruccio Merisi, Lucia Zaghet (Scuola Sperimentale del’Attore), Paolo Nani (Paolo Nani Teater di Vordingborg), Paola Bassani (Teatro Laboratorio Mangiafuoco) Danio Manfredini (La Corte Ospitale), Vladimir Olshansky (Guest Artist Cirque du Soleil e Giallo in Slava’s Snow Show), Carlos Maria Alsina (Teatro Indipendente “El Pulmòn” Argentina), Jenaro Meléndrez Chas, Cora De Maria e Alberto Jona (Controluce Teatro d’Ombre), Ota De Leonardis (Università degli Studi di Milano-Bicocca).

Campi nella formazione teatrale:
– Recitazione e Stili recitativi
– Metodo delle Azioni Fisiche
– Teatro delle maschere (larvali, espressive, caratteriali)
– Creazione della scena e processo creativo
– Lettura animata, voce espressiva e Pubblic Speaking
– Teatro di Figura (pupazzi, burattini e ombre)
– Teatro ragazzi
– Introduzione alla Commedia dell’Arte

È stato attore e regista della compagnia Fabulì Fabulò con la quale ha portato in scena numerosi spettacoli per bambini e ragazzi tra cui “Ricetta per una storia perfetta” spettacolo sulla capacità di inventare storie, “La corte dei Conti” spettacolo sulla matematica, “Missione Natale” spettacolo sulle paure dell’infanzia.
Alcune messe in scena in cui ha partecipato da attore: “Atteone, genesi di una punizione” regia M. Mancia (Primo Premio alla XIV Rassegna Internazionale di Teatro Classico di Altamura – Bari nel 2008), “Buonanotte Johnny” regia di M. Borghetti, “Mamma li Turkey” selezione e messa in scena al Blink Opener Festival.
Alcune messe in scena per le quali firma la regia: “Quattro passi per Arluno” comp. Dam a traa, spettacolo itinerante sulla storia di Arluno, “Li quattro innamorati” spettacolo di Commedia dell’Arte, “Hansel & Gretel Soup” produzione Teatro Laboratorio Mangiafuoco, spettacolo di burattini e “Centro Anziani Villa Serena” con l’utilizzo di maschere a tutto-volto.

Condividi: