Il Consiglio Direttivo delle Officine sceglie i docenti affinché ogni associato abbia un’esperienza di crescita culturale significativa.

Per questo i docenti delle Officine Teatrali sono portatori sani di una visione dell’insegnamento non come mero “ripiego” ma come compito. 
Compito da onorare e mettere in pratica con costante spirito critico, che permette di imparare insegnando.
Nelle Officine sappiamo che chi cerca di formarsi sul piano teatrale può farlo per diversi motivi: crescita personale, aggiornamento di competenze, divertimento, allenare la propria comunicazione e trovare un proprio stile comunicativo, preparasi sul piano professionale… questo non cambia le cose.

Giulia nasce nel 1996 a Vanzago. Trascorre la sua infanzia guardando Hercules e forse anche per questo a 14 anni si iscrive al Liceo Classico. Dopodiché dedica la sua formazione al mondo del teatro e della scrittura. Potete trovarla al cinema ogni mercoledì sera o tra le vie della città su una bici tutta rossa.

Samuel nasce giostraio. Inizia a lavorare nell’autoscontro, poi come mercante con il nonno e come paninaro con mamma e papà. Il pubblico non è mai mancato. Le tecniche teatrali le apprende da maestrə nazionali e internazionali. Preferisce i saggi ai romanzi, ama i cartoni e la torta sacher. Ah! Adora le galline. Le trova di compagnia.

Nicoletta nasce a Milano nel 1989.
Passa la giovinezza a ricreare set cinematografici in cameretta, recitando a memoria le battute di Titanic. A diciannove anni decide di studiare filosofia e nel frattempo recita il più possibile. Ama mischiare gusti di gelato improbabili e chiacchierare con gli anziani tra le corsie del supermercato.
Marco nasce nel 1990 a Rho. Cresce e ha sempre vissuto a Vanzago.
La sua passione più grande è giocare e tra tutti i giochi quello del teatro è per lui l’ideale per scoprire il mondo.
Sempre disponibile alla teatralizzazione di qualsiasi cosa: canzoni, racconti, favole e anche ricette!
Oltre ad aver arricchito la mia formazione, sento di essere cresciuta e maturata grazie al teatro: ho imparato a lavorare su alcune mie paure, a gestirle e a volte anche a liberarmene. La capacità dell'insegnante di rapportarsi ai ragazzi è molto malleabile: trova i metodi adatti per relazionarsi sia a chi si avvicina al teatro per la prima volta sia a chi è invece più interessato ad approfondire la sua formazione.
Francesca
19 anni
Mi ha insegnato moltissimo questo corso, con questa formazione mi sento di aver imparato cosa vuol dire essere attore e recitare, perché non è cosi banale come sembra. Cosa mi porto a casa? Che quando sei sul palco è molto importante la collaborazione tra compagni o se, si recita da soli, la collaborazione con l'ambiente, le cose, il pubblico..​
Sara
13 anni

Articoli recenti

Officine Teatrali sono un’iniziativa di Officine Culturali APS con sede legale via San Martino della Battaglia 21, Pogliano Milanese (MI) C.F. 93553510152 | IBAN IT27 R030 6909 6061 0000 0168 210 | info@officineteatrali.it | off.officineculturali@pec.it

Registro Unico Nazionale del Terzo Settore n. 1128 n. provv.1282 del 12/08/2021

Condividi: